Confraternita di San Giorgio martire

Si sentiva gia nell’aria che dai primi giorni dell’insediamento del nuovo Parroco, Don Nicola, qualcosa stava per cambiare, infatti ha portato una ventata, anzi una tempesta d’aria nuova, soprattutto un modo nuovo di essere Chiesa, di trasmettere la parola di Dio semplificando la partecipazione quindi coinvolgendo più credenti a partire dai bambini, ragazzi, giovani, adulti ed anziani: Si è pensato quindi anche a fondare una confraternita, dedicata a S.Giorgio, patrono di Cossignano.

 

Il sogno diventa realtà ed ora abbiamo una confraternita viva composta da 26 persone che rispecchia 4 generazioni, ragazzi, giovani, adulti e anziani;

Ho detto viva perché già dalla veste la dice lunga , con una veste bianca e una mantellina rossa, segno proprio di S.Giorgio vittorioso che sconfigge il drago quindi il male: questa confraternita si auto tassa di una quota annua per far fronte ad alcune spese per il bene della parrocchia, è stato acquistato l’Ostensorio, che in parrocchia non c’era, è stato rifatto il Baldacchino nuovo che serve per la processione del Corpus Domini.

 

Questa confraternita partecipa e anima tutte alle iniziative parrocchiale, a tutte le processioni che si fanno per le vie del paese.

 

E’ un gruppo di persone affiatato e sa stare ben volentieri insieme, organizzando momenti conviviali proprio per ritrovarsi , scambiare delle idee e proporre iniziative per il parroco o con il parroco don Nicola.

 

La Confraternita è così composta:

Angelo PASQUALINI

Armando CAPRIOTTI

Arno TIETJE

Bruno MANNOCCHI

Dino BOTTICELLI

Elio LUCIDI

Fabio PIZI

Federico BUFFONE

Filippo VESPERINI

Gabriele DI PIZIO

Gianpiero COCCI

Gino DE ANGELIS

Gino MANCINI

Graziano MALAVOLTA

Luciano MARCOIONNI

Luciano PAOLETTI

Luigi COCCI

Marino PALLOTTA

Mario DI GIROLAMI

Natale DI GIROLAMI

Palmino CAPANNELLI

Pierino PASQUALINI

Quinto POLINI

Raniero CAPRIOTTI

Renzo ANGELICI

Tonino LUCIANI

Willi TIETJE

  

Se vuoi aderire, non tirarti indietro e vieni anche tu in mezzo a noi!

 

                                             Il Priore

                                             Angelo Pasqualini